Certificazione ISO 9001:2015

Riconoscimento di eccellenza per l’attività della Sezione delle Misure di Prevenzione.

Nel 2010 la Procura di Palermo, nell’ambito del progetto “Giustizia@Governance - Rafforzamento della capacità di azione delle Autorità per l’Amministrazione della Giustizia della Regione Siciliana” finanziato con le risorse del Fondo Sociale Europeo, ha ottenuto la Certificazione di Qualità UNI EN ISO 9001 per le procedure di istruzione e definizione  dei processi in materia di misure di prevenzione (cert. N. 16423) .

LA STRUTTURA

La Sezione Misure di Prevenzione è il primo ed unico ufficio di Procura, in ambito nazionale, a poter vantare, già dal 2010, tale riconoscimento; sia l’organizzazione che le procedure attuate dalla struttura sono sottoposte periodicamente a rigidissime verifiche da parte di un istituto certificatore indipendente, Certiquality S.r.l., che anche per il 2018, per l’ottava volta, ha proceduto alla verifica sia della procedura nonché, da quest’anno, alla positiva transizione al nuovo Sistema di Gestione della Qualità, reso obbligatorio dall’entrata in vigore della rinnovata normativa UNI EN ISO 9001:2015.

La Sezione Misure di Prevenzione della Procura, coordinata dal Luglio 2017 dal Procuratore della Repubblica Aggiunto dr.ssa Marzia Sabella, è attualmente composta da 14 sostituti, 14 tra agenti ed ufficiali della polizia giudiziaria (Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia di Stato e Polizia Municipale), un operatore, un assistente ed un funzionario giudiziario.

Si tratta dell’ultimo sviluppo di una struttura che vanta più di un decennio di esperienza nel settore e che nel 2010, grazie alla stretta interazione tra magistrati, polizia giudiziaria e componenti della segreteria amministrativa, ha maturato l’idea di concettualizzare e operativizzare le prassi e le esperienze acquisite, attraverso la redazione di un Manuale della  Qualità e dotandosi di una propria Politica della Qualità,  che contiene  la ragionata esposizione di tutte le attività amministrative svolte autonomamente, ed investigative, svolte in funzione ausiliaria rispetto alla giurisdizione, e che si prefigge di offrire ai cittadini un essenziale strumento di conoscenza.

IL SISTEMA

Il Sistema di Gestione per la Qualità è un sistema che assicura un adeguato controllo di tutte le attività e fornisce i mezzi, i dati e le informazioni necessarie per evidenziare eventuali carenze e individuare azioni di miglioramento sia correttive, sia preventive. Nella definizione del proprio Sistema, la Sezione MP ha sviluppato procedure documentate (richiamate nel Manuale) che forniscono in modo dettagliato le modalità operative, le responsabilità, i dati di riferimento, le registrazioni necessarie (e la relativa modulistica di riferimento), i flussi informativi e le risorse da impiegare per l’applicazione del Manuale e per le Procedure stesse. Il Manuale della Qualità viene aggiornato costantemente  in base ai nuovi riferimenti normativi ed agli eventuali sviluppi organizzativi e dei processi. L’applicazione di un approccio di tipo risk based thinking, previsto dalla rinnovata norma ISO 9001:2015, cui la struttura si è già adeguata, assicura una più efficace applicazione dei processi e garantisce una più ponderata analisi e valutazione del contesto, dei rischi e delle opportunità di miglioramento. Quanto detto è costantemente verificato sulla base di indicatori appositamente studiati per misurare la qualità degli input e degli output (decreti di sequestro, decreti di amministrazione giudiziaria dei beni connessi alle attività economiche, eventuali deleghe di accertamento emesse dai Tribunali della prevenzione di Palermo e Trapani)

 

I RISULTATI

Come già detto, il controllo sui risultati e sulle procedure impiegate per raggiungerli è affidato ad un ente indipendente che ogni anno sottopone la Sezione ad un audit; nei 12 mesi tra il 10 giugno 2017 ed il 9  giugno 2018 sono stati definiti in totale presso la Sezione M.P.  341 procedimenti.

Ciò accade nel Distretto della Corte di Appello, quello di Palermo appunto, dove vengono eseguiti la maggior parte dei sequestri eseguiti sul territorio nazionale; a febbraio 2015 la Sicilia contava quasi il 30% del totale dei beni presenti nella Banca Dati dell’Agenzia per i Beni Sequestrati e Confiscati: 10.223 pari al 29,7% dei 34.440 registrati in Italia. Di questi, Palermo da sola, conta 3.477 beni inseriti in Banca Dati.

ModuloFileData
Certificato Qualità ISO 9001-2015 Scadenza 29 Giugno 2020

(PDF - 127 KB)
17/09/2018
Politica Qualità Cap 5 RESPONSABILITA DELLA DIREZIONE REV_1

(PDF - 59 KB)
03/10/2018

da Francesco Lo Voi - Procuratore della Repubblica di Palermo
pubblicato il 21/05/2019
Il 23 maggio ed il 19 luglio del 1992 sono due date che fanno riaffiorare tragici ricordi. Le stragi di Capaci e via d'Amelio segnarono profondamente l'anima di tutti i Magistrati italiani e di tutti i cittadini onesti. Da allora, nessuno poté più dire che la mafia non esisteva, che non fosse strumento di morte e di vessazione. Da allora, tanti hanno parlato di mafia e di antimafia. Da allora, tanti hanno fatto sentire la loro voce contro la mafia e molti (non tutti) si sono battuti e si battono tuttora contro la mafia. Quelli che hanno avuto minori opportunità di farlo sono stati i comuni cittadini, magari quelli che la mafia la vedono ancora ogni giorno; ed anche quelli, e sono tanti, che col loro impegno o facendo semplicemente il loro dovere, hanno supportato questa lotta. Ecco perché quest'anno la Procura di Palermo, nel suo sito internet ufficiale, ha deciso di dare voce ai cittadini. Chiunque potrà inviare un messaggio che verrà pubblicato sul sito e che sarà quindi visibile a tutti. Dal 23 maggio al 19 luglio raccoglieremo e pubblicheremo tutti i messaggi che ci saranno inviati. Seguiremo questo periodo non solo coi nostri ricordi, ma anche con quelli di tutti coloro che si riconoscono nell'azione comune contro la mafia e soprattutto – lo speriamo fortemente – con quello dei giovani, anche di quelli che nel 1992 non erano ancora nati. Perché è per il loro futuro che questa lotta viene portata avanti e deve essere vinta.

La Procura della Repubblica presso il Tribunale di Palermo è sita in Piazza Vittorio Emanuele Orlando


Contatti Galleria fotografica Distretto della
Corte di Appello di Palermo
Tribunale di Palermo
Statistiche

In questa sezione è possibile scrivere messaggi che poi saranno visibili sul Muro del presente sito.

Sezione dedicata alla Procura della Repubblica.

Sezione dedicata all'attività di certificazione, ai servizi erogati dalla Procura e alle informazioni utili al cittadino.

In questa sezione si trovano informazione e documenti relativi alla certificazione iso 9001:2015

In questa sezione si trovano i moduli in uso presso le cancellerie, utili al cittadino ed ai professionisti.

Trasparenza procedure gara o acquisti diretti della Procura di Palermo

In primo piano

10/03/2016 - Compiacimento ONU

Dichiarazione Direttore Esecutivo dell'UNODC, Yury Fedotov, su procedimento penale a Palermo,  che si è concluso con lo smantellament... [ Leggi tutto ]

ONU